Quasi 40 classi al lavoro su Luzzati

Dopo aver promosso la realizzazione del documentario “Lele”, a cura di Matteo Valenti, dedicato al grande scenografo e illustratore genovese di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, Coop Liguria ne ha offerto la visione commentata alle scuole del territorio, che hanno aderito numerose.

Il percorso, inserito nella guida Saperecoop ha permesso di approfondire i contenuti del documentario assieme al regista che l’ha realizzato, autore anche di numerosi cortometraggi di animazione.

Partendo dal documentario, le classi, in prevalenza licei artistici e istituti grafici, hanno avuto modo di confrontarsi con le diverse tecniche artistiche utilizzate da Luzzati nell’arco della sua lunga carriera e hanno potuto avviare un lavoro guidato dai propri insegnanti, per cimentarsi in prima persona con la produzione di opere ispirate all’immaginario di Luzzati, esprimendosi in uno qualsiasi dei campi da lui esplorati: illustrazione, ceramica, scenografia, costumi, grafica, serigrafia.

Il filo conduttore comune di queste opere è la Liguria, in omaggio al legame fortissimo che Luzzati aveva con la sua terra.

Tutta questa mole di bellissimi lavori sarà poi esposta in una location da definire.

“Per aiutare i ragazzi a comprendere ancora meglio il lavoro di Luzzati – spiega Matteo Valenti – abbiamo costruito un tour sui luoghi più significativi che ancora oggi ne tramandano la memoria nel centro storico di Genova: Casa Luzzati, dove si possono vedere opere originali di grande valore artistico e parlare con il direttore, Sergio Noberini; la Galleria Il Vicolo, da sempre frequentata da Luzzati, per capire come venivano realizzate le serigrafie di Luzzati; il Teatro della Tosse, per visionare bozzetti tridimensionali delle scenografie teatrali di Luzzati, manifesti e molte altre opere originali, oltre ad apprendere dagli addetti ai lavori qualche spunto sulla realizzazione di scenografie e costumi”.